Stefano Guglielmin su “Entrata nel nero”, di Ranieri Teti

 

 

Clicca sullo screenshot per leggere