Francesco Benozzo vince il Nobel 2016 secondo la giuria popolare internazionale

“Il nostro poeta è stato votato soprattutto all’estero, e specialmente in Spagna, in Scozia e Irlanda, negli Stati Uniti e in Canada. A votarlo (più di trecento preferenze) sono state per la maggior parte riviste di poesia e associazioni letterarie, quali «Poetry Flash» (Berkeley), «Potomac Review» (Maryland), «The Boston Review», «Post Road Magazine» (Toronto), «Pittsburg Quarterly», «The Scottish Centre for Contemporary Literature» e altri.”

Tra le motivazioni spicca quasi sempre la duplice ispirazione – da un lato quella geologica ed epica e dall’altro quella anarchica e libertaria – della sua poesia, con riferimenti alla sua capacità di attingere alle tradizioni orali, alla sua attività di musicista e cantautore e alla sua lontananza da giochi di tipo geopolitico e geoculturale.

Cliccando sulle cover qui sotto è possibile accedere alle pagine dedicate alle due raccolte poetiche, le uniche edite, pubblicate da Francesco Benozzo con Edizioni Kolibris.

Clicca sull’immagine per continuare a leggere.