Valentino Bellucci, La solitudine dello sciamano

Collana Chiara – Poesia italiana contemporanea
Valentino Bellucci, La solitudine dello sciamano
ISBN: 978-88-99274-78-8

Pp. 94, € 12

 

“Finché non vivi nell’amore assoluto / Tutto è condanna all’esilio”, perché solo nell’amore assoluto è approdo, dove benedire se stessi e salvarsi dalla domesticazione dei sentimenti e del sentire, dall’egoismo antropocentrico che impedisce di vedere “che ogni seme è un gesto di Dio”, ogni creatura è creazione divina, ogni lucciola “un prestito dell’infinito” che è un crimine dilapidare.

Dalla prefazione di Chiara De Luca

 

Lo sciamano dei libri

I libri sono ottimi amici.
Non possono mai tradire nessuno,
e ogni loro pagina è una mano tesa
per un aiuto, per una carezza.
I libri dicono sempre la stessa cosa,
è vero, ma ogni volta la dicono in modo diverso.
I libri non sono persone
Ma sono i sogni delle persone.
Per questo li amo,
per questo verso lacrime
per custodirli.
Sono i libri a scegliere i lettori,
mai accade il contrario.
È la magia a scegliere il mago,
mai accade il contrario.
E un giorno i libri formeranno una città
E lì sarà la pace.