Roberta Scaffardi, Se non sei nulla

Collana Chiara – Poesia italiana contemporanea
Roberta Scaffardi, Se non sei nulla
pp. 92, , € 12

ISBN: 978-88-99274-85-6

Se non sei nulla è la lunga lettera d’amore di una donna che nell’altro non cerca soltanto uno specchio in cui riconoscere se stessa, bensì una corrispondenza di sensi e sentimenti che la faccia nascere al mondo, concretizzando il sogno di essere vista: viva, donna, intera, al di là di ogni limitazione contingente. In amore qui non vince chi fugge, perché non c’è alcuna ragione di fuggire la totalità dell’incontro, in cui cercarsi e ricomporsi nell’altro. Non è l’immobilità a trattenere Roberta, non è la sedia di cui, nei momenti di sconforto, sente quasi di essere parte, ma la volontà di restare, con coraggio, di mostrarsi, di esistere, di superare ogni ostacolo con le sue gambe in corsa, perché la fantasia divenga realtà e il sogno si faccia carne. Il corpo di Roberta è più che mai vivo, vigile, assetato di abbracci e di carezze. Nel verso, si spoglia e si mostra, mettendo a nudo le viscere delle emozioni. La poesia di Roberta non cerca effetti speciali, non indugia nell’artificio e nel compiacimento letterario. È un canto di testimonianza, ora sommesso, ora alto. È un’attestazione di presenza nel mondo e una richiesta di ascolto. Il cerchio si conclude nell’ultimo componimento, quando Roberta si trova a restituire tutta la vita riaccesa in lei dall’amore, che diventa reciproco accudimento. Se non sei nulla, puoi essere tutto. È il verso finale e la chiave del libro: la vita è un continuo inizio, l’inaspettato è sempre dietro la porta. Occorre aprirla e sbirciare dentro, anche quando davanti si apre l’abisso. Gettarsi a capofitto, per scoprire di essere capaci di volare.

Chiara De Luca

 

La me senza ruote

La me senza ruote
è una donna libera e viva e vibrante

Curiosa del mondo e degli animali che lo abitano
e delle anime che ci combattono

Corro e scopro le emozioni, le tenerezze e cado
ma non importa le gambe sono buone, forti

Non temono dolori o fratture
esistono solo nella mente, e lì nulla è impossibile.