Stefano Guglielmin su “Il cielo aperto del corpo”, di Fabia Ghenzovich

Clicca sullo screenshot per leggere