Søren Ulrik Thomsen, Specchio scosso

Collana Alfabet – Poesia nordica contemporanea
Søren Ulrik Thomsen, Specchio scosso
ISBN: 978-88-99274-19-1
pp. 112, € 12

Thomsen appartiene alla generazione che per prima ha reagito al “socialrealismo” e al modernismo degli anni Settanta, la generazione che si pone come momento di passaggio fra i grandi autori come Henrik Nordbrandt e Inger Christensen, figure autonome che esordirono negli anni Sessanta, e i giovani poeti degli anni Novanta come Morten Søndergaard e Niels Lyngsø, che rappresentano l’anello di congiunzione fra tradizione e nuovo millennio.
La ricerca della massima tensione tra materia e forma, la stringatezza lirica affiancata all’intensità delle immagini e al ritmo (aspetto che fa di lui senza dubbio un artista della parola scritta, ma anche uno splendido lettore di poesia), che rappresentano il nucleo della sua scrittura, possono spiegare la relativa scarsità della produzione. Ciò non gli impedisce tuttavia di portare avanti con estrema coerenza una continua ricerca in territori sempre nuovi, sperimentando la lingua come materiale per affrontare realtà costantemente diverse con strumenti sempre diversi, pur conservando come caratteristica la musicalità dell’espressione poetica, il ritmo delle immagini concrete.

Dalla postfazione di Bruno Berni

Anche i bambini sognano il loro passato
che è grande e oscuro
e pieno di odori e figure indistinte
che si rispecchiano sui pavimenti laccati.
Persino i vecchi si sentono smarriti
quando seduti con lo sguardo fisso negli spazi comuni
d’improvviso ricordano
di aver perduto i genitori.

Author:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.